Le funzioni del Forum
Compito del Forum è stimolare, condividere e sostenere questo processo, aiutando le persone e i gruppi che si pongono in relazione con esso, in primo luogo i sottoscrittori, a maturare idee fondate sui tempi che stiamo vivendo e a collocarvisi tenendo presenti le ragioni etiche e culturali dichiarate nel Documento di Limena. A questo fine esso intende svolgere due funzioni fondamentali:

  1. suscitare e sostenere il dibattito, finalizzato alla comprensione e al discernimento delle situazioni e delle diverse posizioni, prestando particolare attenzione all’ascolto dei soggetti implicati e alle relazioni tra di loro;
  2. esercitare un compito di osservazione e vigilanza su quanto accade, le sue origini, i suoi rimedi, i rischi e le possibilità.
    Lo fa promuovendo contatti, offrendo stimoli, fornendo materiali, conducendo analisi, ponendo a confronto posizioni, assumendone di proprie quando ciò si rende necessario.

Le attività del Forum
Il Forum opera attraverso:

  • incontri periodici del gruppo promotore
  • convegni pubblici per dibattere temi di particolare rilievo
  • focus tematici finalizzati ad approfondire argomenti complessi mediante il confronto di opinioni ed esperienze e l’apporto di specifiche competenze
  • il sostegno a iniziative locali di dibattito
  • la Newsletter e il sito forumdilimena.org
    Le attività sono autofinanziate con il contributo libero dei partecipanti

L’organizzazione del Forum
Il Comitato dei promotori ha dato impulso alla nascita del Forum. Oggi opera per dare continuità e sviluppo alle sue attività.
Esprime al proprio interno una Segreteria e la delega alla gestione operativa ordinaria. La segreteria è coordinata da un Moderatore.

“Rompere il silenzio, sollecitare il confronto”
Lo scopo che ci siamo posti non è imporre le nostre idee, ma rompere il silenzio e sollecitare il confronto. A sostenerci è la fiducia che parole non gridate possano ancora essere dette e ascoltate, favorire relazioni positive, ridare spazio alla speranza che il futuro sia ancora nelle nostre mani.